Per maggiori informazioni, contattaci: info@risorsesmart.com

Seguici sui nostri social:

risorsesmart-marchio_1467300598613
_DSC0159.JPG
ARROW1ARROW2
photo-1415562689440-4b13ae5da0eb_1467306847435

RISORSE SMART  |  PRESS & EVENTI

LA NOSTRA RASSEGNA STAMPA

TOP NEWS

04/06/2015, 17:41



Aspetti-tecnici-e-normativi-delle-agroenergie-mediterranee-a-supporto-dei-distretti-produttivi-agroalimentari-siciliani


 Venerdì 29 maggio alle 9:30 (aula "Jannaccone", Di3A), workshop su come valorizzare i “giacimenti agroenergetici” per ottenere aziende sostenibili



Venerdì 29 maggio alle 9:30, nell’aula "Jannaccone" del dipartimento Agricoltura, Alimentazione e Ambiente (via Valdisavoia 5), si svolge il workshop "Aspetti tecnici e normativi delle agroenergie mediterranee a supporto dei distretti produttivi agroalimentari siciliani" promosso dal Coordinamento dei Distretti produttivi agroalimentari e pesca. 

Siero di latte, residui vegetali, biomasse da cereali, ficodindia, sottoprodotti di agrumi e olio d’oliva, scarti della macellazione delle carni, deiezioni animali sono infatti il "giacimento agroenergetico" della Sicilia, scarti e sottoprodotti del comparto agricolo e agroalimentare capaci di generare biomassa da riutilizzare in processi per la produzione di combustibili e fertilizzanti "verdi".Una potenziale risorsa energetica che i vari distretti produttivi dell’isola (cereali, agrumi, pesca, ficodindia, avicolo, bovino, caseario e dolce), confortati da studi scientifici italiani e internazionali, puntano a mettere a sistema secondo le "best practice" della millenaria cultura contadina del "non si butta via niente". 
Una filosofia di vita - e di impresa - che per secoli ha fatto delle masserie italiane aziende modello (adesso diremmo "sostenibili"), rispettose dell’ambiente e del territorio. A sostegno di questo obiettivo dei Distretti Agroalimentari siciliani, i risultati della ricerca scientifica e tecnologica con impianti in grado di valorizzare qualunque tipo di sottoprodotto agroalimentare trasformandolo in combustibile, biofertilizzante, alimento per animali, bioplastiche secondo i principi guida della green e blue economy (ovvero a ridotte o zero emissioni di CO2).

Dopo i saluti di Luciano Cosentino (direttore del Di3A), Giuseppe Occhipinti (vicepresidente dell’Ordine Agronomi e Forestali di Catania) e Daniele Romano (vicepresidente Ordine Tecnologi alimentari Sicilia e Sardegna), interverranno nell’ordine: Federica Argentati (presidente Distretto Agrumi di Sicilia, coordinatore del progetto della Regione Siciliana a sostegno dei distretti, presenterà le azioni green e blue economy dirette al comparto); Roberta Selvaggi e Mariagrazia Signorello (co-founder della start-up Risorse Smart, presenteranno i risultati di un’indagine sulle potenzialità agroenergetiche mediterranee); Sofia Mannelli (presidente Chimica Verde Bionet, su bioraffineria e chimica verde); Giuseppe D’Amore (consigliere Enama, sulla normativa per accedere agli incentivi per gli impianti agroenergetici); Fabrizio Sibilla (di Krajete Gmbh, sulle nuove tecnologie per la "Biobased economy"); Gaetano Cimò (dirigente dell’assessorato regionale all’agricoltura illustrerà gli strumenti previsti sul Psr Sicilia 2014-20); Antonino Virga (dirigente del Dipartimento attività sanitarie dell’assessorato regionale alla Salute, parlerà della normativa sanitaria per utilizzare come biofertilizzanti i sottoprodotti di origine animale); Angelo Bonaccorso (in rappresentanza di Federmetano interverrà sull’evoluzione dell’autotrazione a biometano); Mario Spalla (della Cooperativa Empedocle, su impianto pilota con pastazzo di agrumi finanziato da The Coca-Cola Foundation); Alfredo Tamburino (responsabile Dipartimento Agricoltura di Legambiente Sicilia riferirà su bioeconomia nelle aree mediterranee). Modera gli interventi Biagio Pecorino, docente di Economia Agroalimentare (DI3A).Il workshop è promosso nell’ambito del progetto "I Distretti Agroalimentari in rete nell’ottica della green e della blue economy" finanziato dall’Assessorato regionale all’Agricoltura.

Coordinamento dei Distretti Produttivi Agroalimentari e Pesca (DPAP). È un’aggregazione fra i principali distretti produttivi siciliani del comparto agroalimentare e pesca riconosciuti dalla Regione siciliana. Ne fanno parte: Distretto Produttivo Agrumi di Sicilia, Distretto della Pesca Industriale C.O.S.V.A.P, Distretto Unico Regionale Cereali SWB, Distretto Lattiero Caseario, Distretto del Ficodindia del Calatino Sud Simeto, Distretto Avicolo, Distretto della Carne Bovina, Distretto del Dolce di Sicilia. INFO distrettiagroalimentariepesca@gmail.com


VAI ALL’ARTICOLO ORIGINALE:


1

LE ATTIVITA DI RISORSE SMART

Scopri le nostre news

Aspetti tecnici e normativi delle agroenergie mediterranee a supporto dei distretti produttivi agroalimentari siciliani

04/06/2015, 17:41

Aspetti-tecnici-e-normativi-delle-agroenergie-mediterranee-a-supporto-dei-distretti-produttivi-agroalimentari-siciliani

Venerdì 29 maggio alle 9:30 (aula "Jannaccone", Di3A), workshop su come valorizzare i “giacimenti agroenergetici” per ottenere aziende sostenibili

photo-1415562689440-4b13ae5da0eb_1467306847435

RISORSE SMART

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Lasciaci il tuo indirizzo mail, rimani aggiornato sulle nostre attività,

gli eventi e la rassegna stampa di Risorse Smart.

About Risorse Smart

L'idea nasce dall'amore per il territorio oggi continuamente deturpato da risorse gestite

come fossero rifiuti, che spesso vengono rilasciate e immesse nell'ambiente

senza alcun controllo, un grande spreco di prodotti ancora con un importante potenziale. 

Per maggiori informazioni, contattaci:

info@risorsesmart.com



Seguici sui nostri social:

INFO COOKIE POLICY  |   WWW.RISORSESMART.COM @ ALL RIGHT RESERVED 2016  |  POWERED BY FLAZIO EXPERIENCE

Create a website